Scelte del mese

23 marzo 2012 | 9:41

De Agostini Editore si fa in tre per i bambini

Posizionarsi tra i primi tre player televisivi nel target kids sul digitale terrestre, sviluppare un network nazionale con almeno cinque canali tematici e puntare sui mercati dell’Est. Sono gli obiettivi di De Agostini Editore, tornato all’attacco nel mercato dei ragazzi con DeAJunior, una nuova rete dedicata ai bambini tra i 3 e i 5 anni trasmessa su Sky dal 18 marzo. Il canale si aggiunge agli altri due con cui la società  guidata da Pietro Boroli è già  presente sulla pay tv, DeAKids, dedicata al target tra i 6 e i 12 anni, e DeASuper!, specializzato sul target 8-12, che a due anni dal debutto cambia nome in Super! e approda anche sul digitale terrestre.

“Bisogna agire sulla frammentazione dell’audience”, dice Massimo Bruno, direttore dei canali tivù di De Agostini Editore, intervenuto alla presentazione del nuovo network kids insieme a Pierfrancesco Gherardi, managing director di DeA Digital, e a Paolo Agostinelli, neopromosso vice president third party channels & pay per view di Sky Italia. “Abbiamo scelto di ‘superservire’ questo mercato, ossia presidiarlo a 360 gradi attraverso più canali, perché uno spettatore di 4 anni ha esigenze diverse da uno di 12″, spiega Bruno.

Sul fronte dei contenuti, il palinsesto del nuovo DeAJunior ospita diverse acquisizioni internazionali come i ‘Teletubbies’, ‘Waybuloo’ (in arrivo da Bbc) e ‘Dinosaur Train’ (Pbp Kids), mentre altri format, soprattutto quelli rivolti anche ai genitori, sono realizzati in collaborazione con DeAbyDay, la web tv di De Agostini.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 426 – marzo 2012