Editoria: Peluffo, nel 2012 sostegno 120 milioni euro. Evitata crisi

(ASCA) – Roma, 27 mar – ”Sono convinto che il sostegno all’editoria dobbiamo migliorarlo, non ridurlo. Nel periodo 2007-2010 c’era un contributo diretto annuo sopra i 180 milioni di euro. Nel 2011 e’ stato di circa 150 milioni. Nel 2012 la legge di bilancio prevedeva 47 milioni ma siamo arrivati a 120 milioni”. Lo riferisce Paolo Peluffo, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, nella sua audizione alla Camera davanti la commissione Cultura sottolineando che con questo aumento ”e’ stato risolto il problema dell’emergenza” ed ”evitata una crisi immediata”. In ogni caso, sottolinea, ”ci sono problemi di carattere congiunturale molto gravi, il che riguarda sia giornali e periodici sia libri, una trasformazione di tutta la filiera dell’editoria e non conosciamo la piega che questa situazione prendera’ nei prossimi anni”. Ma, ribadisce Peluffo, ”oggi ci sono ragioni strategiche per continuare nel sostegno pubblico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari