TLC

28 marzo 2012 | 9:21

Telecom I.: compromesso del governo sulla rete (MF)

MILANO (MF-DJ)–Le pressioni dei gruppi parlamentari della Camera, alla fine, hanno sortito il loro effetto. Il governo e’ stato costretto a fare dietrofront sull’emendamento che correggeva le norme sulla liberalizzazione dei servizi di manutenzione dell’ultimo miglio della rete di Telecom I..
Per evitare di far correre rischi al provvedimento nel suo terzo passaggio parlamentare, scrive MF, i rappresentanti del governo hanno aperto ad una soluzione di compromesso. Con un emendamento depositato e approvato ieri in commissione Affari Costituzionali del Senato, e’ stato stabilito che l’Authority delle Comunicazioni entro quattro mesi dovra’ assicurare l’offerta disaggregata dei prezzi relativi all’accesso all’ingrosso alla rete fissa di Telecom e ai costi accessori, in modo che il prezzo del servizio di accesso all’ingrosso indichi separatamente il costo della prestazione dell’affitto della linea e il costo delle attivita’ accessorie, come il servizio di attivazione e quello di manutenzione. Il passaggio pero’ piu’ importante, e’ quello che prevede la possibilita’ per gli operatori alternativi “di acquisire tali servizi anche da imprese terze operanti in regime di concorrenza sotto la vigilanza e secondo le modalita’ indicate dall’Authority medesima, assicurando comunque il mantenimento della sicurezza della rete”. Proprio quello che Telecom voleva evitare.