Dl Semplificazioni/ Calabrò: Ok ultimo miglio,seguita Ue su Agcom

“Apprezziamo indicazioni Parlamento, saranno stimolo”
Roma, 28 mar. (TMNews) – La nuova formula dell’emendamento del Governo sulla liberalizzazione del cosiddetto ultimo miglio della rete fissa delle telecomunicazioni, approvata ieri nell’ambito del dl semplificazioni dalla commissione Affari costituzionali del Senato, “va certamente nella direzione che noi avevamo auspicato e soprattutto risponde alle preoccupazioni espresse dalla commissione europea, perché indubbiamente in materia c’é una competenza dell’Agcom che non può essere espropriata”. E’ soddisfatto il presidente dell’Autorità  di garanzia per le Comunicazioni, Corrado Calabrò che, interpellato a palazzo Madama a margine dell’audizione in commissione Istruzione sul diritto d’autore, ha aggiunto: “il Parlamento ha aggiunto delle indicazioni che saranno di stimolo al miglior svolgimento della nostra funzione e in questo senso apprezziamo la norma”.
Le preoccupazioni europee a cui si riferisce Calabrò, sono quelle manifestate da commissario Ue Neelie Kroes nella lettera inviata dall’Italia con la quale ha chiesto maggiori informazioni sulla norma del dl osservando che, in linea generale, una misura legislativa nazionale che restringa il potere decisionale dell’Autorità  nazionale sarebbe incompatibile con le norme comunitarie.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci