Cinema: Del Brocco, raccontiamo la societa’ con film di ogni genere

(ASCA) – Roma, 28 mar – ”La linea editoriale di RaiCinema non e’ cambiata e non cambiera’. Sia sul piano dei contenuti che su quello degli investimenti. Continuiamo a raccontare la societa’ e la realta’ in cui viviamo, con tante storie che attraversano tutti i generi possibili, quindi dalla grande commedia popolare, al film d’autore, al film drammatico, al film di genere. Con uno spettro di racconto il piu’ ampio possibile. come si addice ad un’azienda di servizio pubblico”. Con queste parole Paolo Del Brocco, ad di Rai Cinema, spiega in un’intervista al sito Primissima la linea adottata dall’azienda e, nella stessa occasione, anticipa i film di cui si occuperanno: ”E’ un listino importante, che rispecchia esattamente questa nostra vocazione e che d’altro canto testimonia la grande fiducia che il cinema italiano ci rivolge. Dalla commedia sofisticata di ‘Magnifica presenza’ di Ozpetek all’impegno civile di ‘Romanzo di una strage’ di Giordana, al cinema di genere di ‘Acab’ di Sollima, al cinema d’autore di Amelio con ‘Il primo uomo’ o di Garrone con ‘Big House’, al cinema contemporaneo di ‘Un giorno questo dolore ti sara’ utile’ di Faenza, allo straordinario esperimento di ‘Cesare deve morire’ dei fratelli Taviani, che in questo caso abbiamo solo prodotto e non distribuito, alla nuove commedie di Virzi’ (‘Tutti i santi giorni’), di Massimiliano Bruno (‘Viva l’Italia’) e di Fausto Brizzi (‘Pazze di me’)”. ”Accanto a questi ci sono poi i grandi film americani – prosegue – come ad esempio ‘Hugo Cabret’ di Scorsese che e’ ancora nelle sale, ‘Le Idi di marzo’ di Clooney, ‘Biancaneve’ di Tarsem Singh che uscira’ a Pasqua e ‘Cosmopolis’ di Cronenberg che uscira’ invece a Natale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo