Cinema/ Bollywood fa da sola e inaugura la sua “Walk of fame”

Sul lungomare di Mumbai, capitale del divertimento subcontinente
Roma, 28 mar. (TMNews) – Spesso accusati di riempire con i propri nomi la celebre “Walk of fame” di Hollywood, il cinema indiano di Bollywood ha lanciato la propria “passeggiata delle celebrità “, tale e uguale a quella che si trova sul boulevard di Los Angeles.
La “Walk of the Stars” di Bollywood – primo di due progetti in corso – sarà  inaugurata oggi su un lungomare nel distretto di Bandra a Mumbai, capitale del divertimento del subcontinente.
“Abbiamo pensato che era una buona idea creare qualcosa in omaggio alle più grandi star dell’industria”, ha spiegato Nikhil Gandhi, responsabile commerciale dell’emittente Utv Stars, che ha promosso la Walk of fame bollywoodiana. “L’idea è di avvicinare i fan alle superstars”, ha aggiunto.E come il celebre Grauman’s Chinese Theatre di Los Angeles, che porta i nomi dei personaggi più famosi del mondo dello spettacolo dal 1920 a oggi, la strada delle celebrità  bollywoodiane mostrerà  le firme e i calchi di mani e piedi di numerosi attori, nonchè una serie di statue in bronzo delle star della popolare industria cinematografica indiana.
Il primo riconoscimento della “Walk of the Stars” di Mumbai sarà  dedicato alla famiglia Kappor, perchè “tecnicamente sono la prima famiglia di Bollywood”, ha spiegato Gandhi. Kareena Kapoor, una delle attrici indiane più pagate del paese, sarà  la madrina dell’inaugurazione, quando saranno svelate le statue dei grandi attori Raj e Shammi Kapoor, rispettivamente suo nonno e pro-zio.
Non tutti i grandi nomi di Bollywood, però, appoggiano il progetto. C’è infatti una “passeggiata” rivale, che si chiamerà  “Legends Walk”, la cui costruzione è stata avviata dall’attore e architetto Ritesh Deshmukh, sempre sul lungomare di Branda.
Deshmuk ha annunciato di avere già  raccolto le firme di 20 star, tra cui quelle di Amitabh Bachchan e Salman Khan, due dei più popolari attori indiani.
(fonte Afp)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo