Rai: Calandrelli (Educational), ecco ‘Rai Scuola’ da tv ad app

(ASCA) – Roma, 29 mar – Dalla tv alle app, dai progetti per i tablet agli smartphone, ”Rai Scuola non e’ solo una televisione, ma app e contenuti web. E’ come dirigere un’orchestra ricca di strumenti e con il Miur vogliamo armonizzare i suoni. Anche perche’ oggi c’e’ una fortissima lontananza tra i giovani e i modi tradizionali della formazione”. Lo ha evidenziato Silvia Calandrelli, direttore di Rai Educational, in occasione della firma tra il il ministro dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, Francesco Profumo e il dg Lorenza Lei, di una convenzione tra Miur e Rai Scuola per un nuovo progetto crossmediale, questa mattina nella sede Rai di viale Mazzini, a Roma. Il motto di Rai Scuola, ha aggiunto, e’ ”’Semplicemente connessi’, una forma di mediazione informativa che diventa formativa”. Tra i programmi messi in campo da Rai Scuola c’e’ ”Nautilus” dedicato all’arte, la filosofia e la letteratura; ”Zettel”, nuovo programma di filosofia; ”Gate C”, su scuola.rai.it, che fa arrivare in Italia il meglio del mercato internazionale dalla politica alle minoranze etniche. E ancora ”Legalita”’, otto puntate tematiche dedicate alla Costituzione con un concorso Rai-Miur per ricordare Giovanni Falcone la cui premiazione avverra’ il 23 maggio a Palermo. Infine, ”Scuola.eco”, 20 puntate dedicate all’ambiente, il green e l’educazione ambientale, ”Divertinglese” con quiz, giochi rigorosamente in inglese per finire con ”A ruota libera”, dieci puntate dedicate all’educazione stradale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi