TV: LE MONDE, EMILIO FEDE GIORNALISTA E CORTIGIANO DEPOSTO

(ANSA) – PARIGI, 30 MAR – “Ottant’anni suonati, capelli tinti, viso abbronzato con la lampada, Emilio Fede presentava il suo telegiornale in piedi. Senza dubbio un modo di smentire la sua reputazione di ‘giornalista prono’ e ossequioso verso il suo patron, Silvio Berlusconi, dal quale riceveva un comodo stipendio e con il quale condivideva il gusto delle belle donne”: così comincia un articolo a pagina 2 di Le Monde dal titolo ‘Emilio Fede, giornalista e cortigiano deposto’. Il quotidiano francese scrive che “per 18 anni, tutte le sere tranne il week-end, ha difeso il suo mentore ed eroe”, tuttavia “non è stato sempre ‘il giornalista piu’ servile d’Italià . In una vita precedente, negli anni Sessanta, fu un apprezzato corrispondente della Rai in Africa e passò poi alla conduzione del tg delle 20 su Raiuno. Gli si deve anche uno scoop: il 17 gennaio 1991, quando era già  passato al gruppo Mediaset, Emilio Fede fu il primo ad annunciare la prima guerra del Golfo”. “Come tutti i cortigiani – conclude il quotidiano – Fede doveva aspettarsi di cadere in disgrazia. Essa segna la fine di un’epoca. Silvio Berlusconi ha lasciato il potere e ci sono poche possibilità  che ritorni. Mediaset deve tornare ad essere un’impresa di comunicazione redditizia e non soltanto il braccio mediatico di un potere che non c’é più. E’ crudele, ma in queste condizioni, Emilio Fede non poteva più servire…”. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi