CINEMA: DA SORRENTINO A CAPUANO, 20 ANNI CINEMA NAPOLI IN SVIZZERA

(AGI) – Napoli, 2 apr. – Gli ultimi vent’anni di cinema napoletano raccontati attraverso trenta film noti e meno noti che entrano nella cineteca nazionale svizzera. La retrospettiva, curata da Maurizio Di Rienzo, andra’ avanti fino al 13 maggio prossimo a Losanna, con acune serate speciali dedicate a Toni Servillo, Paolo Sorrentino e Antonio Capuano. Tra i film in proiezione dai piu’ recenti “Noi credevamo”, “Gorbaciof” e “Gomorra”, a “Carosello napoletano” o “Le occasioni di Rosa”. “E’ un’iniziativa importante – sottolinea il sindaco Luigi de Magistris – perche’ anche la cultura puo’ essere motore di sviluppo”. “Sara’ un’occasione per riscoprire questo cinema – spiega il direttore della cineteca Frederic Maire – e per compiere un primo passo verso una presenza organica del cinema napoletano in un cineteca che e’ la sesta al mondo per importanza”. Di Rienzo nella scelta dei titoli ha cercato di ricostruire il lavoro di un gruppo eterogeneo di registi che in venti anni hanno raccontato storie napoletane di popolo e borghesia, dalla citta’ salottiera e dalle periferie dimenticate. “Senza piu’ folklore – dice di Rienzo – questi cineasti raccontano un mondo unico ma universale”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo