FACEBOOK: ‘CONTAGIO’ INFORMAZIONI DIPENDE DA QUALITA’ AMICI

(ANSA) – ROMA, 2 APR – Spesso per video e foto che spopolano sul web si usa il termine ‘virale’, ma in realtà  il ‘contagio’ nella rete funziona in modo diverso da quello della realtà . Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Pnas, secondo cui per diffondere un’informazione non è importante quanti amici si abbia, ma quanto questi siano inseriti in diversi contesti. I ricercatori della Cornell university hanno studiato 54 milioni di esemplari delle mail di invito che gli utenti Facebook mandano ai propri amici una volta iscritti per invitarli al social network a loro volta. Queste mail contengono oltre ai dati di chi le manda anche indicazioni sui loro amici, e lo studio ha calcolato la probabilità  che gli inviti venissero accettati in relazione a questo numero: “Il meccanismo del ‘contagio sociale’ non ha come parametro cruciale il numero degli amici posseduti – spiegano gli autori – anzi, paradossalmente più contatti si hanno minore è la probabilità  di contagio. Quello che conta è il numero di contesti sociali in cui gli amici sono inseriti. Quando si cerca di persuadere qualcuno, ad esempio per una causa politica, è quindi meno importante che riceva molti inviti, ma che questi arrivino da persone con un contesto sociale molto diverso”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti