RAI: FRECCERO, PERSEGUITATO DA 10 ANNI; VERGOGNOSO MOBBING

(AGI) – Roma, 4 apr. – “Per cinque anni non mi hanno fatto lavorare, poi mi hanno messo a Raisat, poi ancora a Rai 4, e ora questa decisione…E’ una vergogna, sono 10 anni che sono perseguitato, questo e’ mobbing”. Cosi’ Carlo Freccero commenta all’AGI la decisione della Direzione Risorse umane e Organizzazione della Rai di affibbiargli 10 giorni di sospensione dal ruolo e dalle funzioni per i contenuti della telefonata intercorsa con il quotidiano Libero in merito a una delle trasmissioni in onda sul canale, “Fisica e Chimica” e ritenuti in violazione al codice civile, al regolamento di disciplina aziendale e al codice etico Rai. Il provvedimento non avra’ efficacia immediata perche’ Freccero preannuncia ricorso al giudice del lavoro e gia’ domani incontrera’ i propri legali. “Anziche’ darmi riconoscimenti per il lavoro che svolgo e per i risultati che ottengo, mi danno la sospensione. E’ una cosa inimmaginabile, da vera e propria persecuzione che va avanti da anni nei mie confronti. Vergogna, vergogna, vergogna… Andremo in Tribunale”, conclude il direttore di Rai 4. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi