Comunicazione

06 aprile 2012 | 9:19

LAVORO: INCONTRO FORNERO-SIDDI, DUBBI SU AMMORTIZZATORI SOCIALI

(AGI) – Roma, 5 apr. – L’allarme per le crisi dell’editoria e del lavoro di settore unitamente all’esigenza di politiche di quadro e corresponsabilita’ per gestire le difficolta’ e sostenere trasformazioni e sviluppo sono stati argomenti trattati nell’incontro avuto oggi dal ministro del Lavoro, Elsa Fornero, e dal segretario della Fnsi, Franco Siddi, nella sede del sindacato dei giornalisti poco prima della cerimonia pubblica per la firma della “Carta per le Pari Opportunita’ e uguaglianza sul lavoro”. In casa Fnsi si segnala che “destano preoccupazione speciale gli interventi per la piena applicazione degli ammortizzatori sociali in caso di crisi. Anche uno strumento di norma ben gestibile e proficuo per preservare l’occupazione e la qualita’ editoriale come quello dei contratti di solidarieta’ – correttamente impostato in situazioni suscettibili di ripresa e rilancio come a Il Sole 24 Ore – rischia da taluno di non essere compreso nei giusti termini”. Per questo, il segretario della Fnsi ha segnalato al ministro del Lavoro “l’esigenza di una chiarificazione – se necessario anche normativa – per evitarne un ricorso improprio e esborsi insostenibili da parte della socialita’ pubblica, nel caso dei giornalisti a carico delle loro contribuzioni”. La Fnsi ha chiarito che i dirigenti non possono accedere a questo strumento e che figure apicali e superstipendi non possono essere oggetto di intervento della solidarieta’. Il ministro ha registrato – “non senza stupore”, dice il comunicato Fnsi – alcune segnalazioni e ha delineato i limiti dell’intervento ripromettendosi approfondimenti specifici.
Particolare attenzione e’ stata posta, comunque, su tutte le criticita’ del mercato del lavoro giornalistico e sulle misure di socialita’ e regolazione di un sistema “dove si vanno allargando – dice il sindacato nazionale dei giornalisti – condizioni di incertezza, precarieta’ e anomalie contrattuali con diffusione del fenomeno delle improprie partite Iva in luogo di contratti di lavoro dipendente o quanto meno di Co.Co.Co. Una riflessione con le parti sociali su autonomia previdenziale, pilastro delle garanzie morali e materiali e sulla liberta’ dei giornalisti, gli ammortizzatori sociali, le azioni per la promozione delle opportunita’ di lavoro, a giudizio della Fnsi, va messa in agenda in tempi ragionevolmente brevi”. Il ministro Fornero ha manifestato disponibilita’ a considerare adeguatamente le problematiche sollevate, riservando di concordare successivi incontri specifici. (AGI)