Cinema

11 aprile 2012 | 14:45

PEI NEWS: RUSSIA, AL VIA A MOSCA FESTIVAL DI CINEMA ITALIANO NICE

(AGI) – Mosca, 11 apr. – “Non si puo’ sottovalutare l’importanza del cinema nel rapporto tra Russia e Italia”. Ne e’ convito il direttore dell’Istituto di cultura italiano a Mosca, Adriano Dell’Asta, che oggi ha aperto la XV edizione del Festival del cinema italiano N.I.C.E, in programma fino al 17 aprile presso il cinema “35 MM” e il Formula Kino “Gorizont” nella capitale russa. Il Festival arriva a Mosca dopo il successo registrato a San Pietroburgo dal 18 al 26 marzo. Si tratta di sei film in anteprima per il pubblico russo, selezionati direttamente da N.I.C.E. tra la produzione cinematografica italiana emergente dell’ultimo anno. A fare da apripista, questa sera, sara’ un “evento speciale”: la proiezione del film di Pupi Avati “Il cuore grande delle ragazze”. Tra le altre pellicole in programmazione, “C’e’ chi dice di no” di Giambattista Avellino, “Questo mondo e’ per te” di Francesco Fallaschi, “Il primo incarico” di Giorgia Cecere, “Il Gioiellino” di Andrea Malaioli, “Due vite per caso” di Alessandro Aronadio e “L’Estate di Martino” di Massimo Natale. Nel corso del festival saranno anche proiettati due documentari, “Hit The Road, Nonna” di Duccio Chiarini, e “The Cricket” di Stefano Lorenzi. Durante il Festival, i registi avranno modo di incontrare gli studenti delle universita’ locali. Nell’ambito del Festival saranno consegnati il Premio del Pubblico, il Premio Alexandr Gimelfarb e il Premio Bozzetto D’oro. Il N.I.C.E. – che si svolge con il sostegno, tra gli altri, del ministero per i Beni e le attivita’ culturali, del ministero degli Affari esteri, dell’ambasciata d’Italia, degli Istituti italiani di cultura di San Pietroburgo e di Mosca e della Regione Toscana – costituisce un’occasione unica in Russia per gli amanti del cinema italiano contemporaneo, che nella passata edizione ha fatto registrare cifre da tutto esaurito: sala gremita per l’inaugurazione, oltre duemila biglietti venduti soltanto nei primi due giorni della manifestazione, una media di 300 spettatori a proiezione. (AGI)