TV: ASTA FREQUENZE; UE, NO LUCE VERDE MA PROGRESSI POSITIVI

(ANSA) – BRUXELLES, 12 APR – Parlare di un ‘via libera’ è sicuramente “prematuro”, ma le grandi linee del nuovo percorso viste finora da Bruxelles appaiono “positive”. Questa l’indicazione raccolta da fonti della Commissione europea in merito al decreto per la messa all’asta delle frequenze del digitale terrestre. Le stesse fonti hanno riferito di non essere al corrente di recenti colloqui telefonici tra il commissario alla concorrenza Joaquin Almunia e il ministro Corrado Passera. “Ma i contatti continuano, aspettiamo altri dettagli”. I servizi dell’esecutivo europeo che ormai da anni seguono il dossier del cosiddetto ‘beauty contest’ stanno studiano le informazioni finora ricevute e ne aspettano di nuove molto presto. “Gli elementi visti finora sembrano positivi – hanno indicato le fonti di Bruxelles – ma prima di arrivare a un pronunciamento bisogna aspettare di conoscere altri dettagli”. La posizione ufficiale della Commissione potrebbe comunque arrivare molto presto, anche nell’arco di pochi giorni. Quel che é certo è che gli annunci e le notizie provenienti dall’Italia, osservano sempre le fonti, “vanno nella direzione auspicata” a suo tempo da Bruxelles rispondendo alle preoccupazioni espresse nei confronti di modalità  di assegnazione delle frequenze che potevano risultare in contrasto con le norme Ue a garanzia della concorrenza. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi