TV: FREQUENZE; ROMANI, ENTRATE POCHE MA PDL VOTERA’ SI’

UNA GARA ECONOMICA COSI’ MAI VISTA IN EUROPA

(ANSA) – ROMA, 17 APR – Difende il “beauty contest”, ma è convinto che il Pdl “con senso di responsabilità  non farà  opposizione al provvedimento” che lo annulla e lancia l’asta, anche se “in Europa una gara economica sulle frequenze non si é mai vista”. Lo dice in un’intervista al Corriere della Sera Paolo Romani. L’ex ministro spiega che il beauty contest “non era un regalo”, perché “imponeva a chi si vedeva assegnare le frequenze di fare degli investimenti molto onerosi”, mentre l’asta “alla fine – sostiene Romani – non porterà  tutti questi soldi al governo perché potranno parteciparvi in pochi”. Il che, aggiunge, “la dice lunga sul tipo di pluralismo che introduce”. Sul piano tecnico, prosegue, “così come vengono assegnate sono frequenze che non hanno una continuità  territoriale e nemmeno una potenza uniforme. Non mi sembrano molto efficienti”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi