FRANCIA: PRIMO PROCESSO AD APPLE PER CONCORRENZA SLEALE

(ANSA) – PARIGI, 17 APR – Apple dovrà  presto rispondere davanti a un tribunale francese, per la prima volta, a una denuncia per concorrenza sleale e abuso di posizione dominante presentata da una rete di punti vendita convenzionati. Ad attaccare il colosso di Cupertino è la società  eBizcuss, principale ‘premium reseller’ di Apple in Francia con 65 punti vendita e 130 dipendenti, costretta a richiedere l’amministrazione controllata a causa, secondo il suo amministratore delegato Francois Prudent, del “comportamento totalmente sleale” della casa americana. “Siamo i primi a fare denuncia in Francia, ma gli altri vivono gli stessi problemi”, ha spiegato alla stampa Prudent, ricordando che la sua azienda e Apple collaborano fin dagli anni Sessanta. “Nel 2009, la casa ha aperto il primo Apple Store in Francia e ha cominciato a cambiare comportamento – ha raccontato – per esempio, in occasione del lancio dell’iPad o del MacBook Air non ci davano prodotti da vendere, o ce ne davano pochi, mentre i loro negozi e la grande distribuzione erano riforniti”. Il caso di eBizcuss potrebbe creare un grosso precedente, e spingere altri rivenditori ad attaccare in giustizia il gigante dell’informatica. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti