TV: CHITI, PATTO PASSERA-PDL? SAREBBE STATO SCELLERATO

(ANSA) – ROMA, 19 APR – “Se ci fosse stato un patto tra il ministro Passera e il Pdl per non procedere all’asta sulle frequenze televisive, cosa che a noi non risulta, sarebbe stato un patto scellerato. Se dall’asta arrivasse anche solo un euro, e saranno assai di più, oggi non ci si può permettere di rinunciarvì”: Lo ha detto il vice presidente del Senato Vannino Chiti nel corso della trasmissione de La7 ‘Omnibus’, commentando le parole dell’ex ministro Giancarlo Galan che ha sostenuto che con l’asta si viola un accordo precedente tra Pdl e Governo. Nel corso della trasmissione Chiti ha aggiunto che “le risposte arrivate ieri dal governo sullo sviluppo sono di gran lunga insoddisfacenti. Il governo deve modificare il patto di stabilità  perché le amministrazioni locali che hanno i bilanci in ordine devono poter decidere come spendere”. “I debiti della Pubblica Amministrazione verso le aziende – osserva l’esponente del Pd – sono un altro problema: lo Stato deve dare prova di rispettare le leggi. Si trovi una soluzione, anche con le banche e la Cassa Depositi e Prestiti, ma bisogna rispettare la normativa europea che fissa il limite di tre mesi per pagare i lavori fatti”. Infine, secondo Chiti, “il Cipe deve approvare progetti immediatamente cantierabili”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi