Editoria

19 aprile 2012 | 15:39

Editoria: Iacopino su caso Terra, bloccare finanziamenti pubblici

(ASCA) – Roma, 19 apr – Conferenza stampa presso l’Ordine nazionale dei giornalisti per mettere sotto i riflettori il caso del quotidiano ”Terra”, i cui giornalisti – denuncia il Cdr – non ricevono il salario dal maggio 2011 e hanno visto non rispettati i propri diritti sindacali. Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine, annuncia in apertura una iniziativa: ”Proporremo al premier Monti un decreto del governo per bloccare, in attesa di verifiche, i finanziamenti dell’editoria per le testate che ne hanno diritto ma non sono in regola con il pagamento dei salari e dei contributi ai colleghi contrattualizzati”. Iacopino cita il caso di ”Terra” ma anche quello de ”l’Opinione”, dove ci sono inadempienze salariali e contributive dallo scorso mese di ottobre. ”Questa nostra iniziativa – aggiunge il presidente dell’Ordine – permetterebbe di agire subito per intanto cautelarsi di fronte ad aziende editoriali inadempienti senza aspettare i tempi lunghi della giustizia”. La proposta e’ fatta propria da Paolo Butturini, segretario di Stampa romana, il sindacato dei giornalisti, Paolo Tosatti, a nome del Cdr di ”Terra”, denuncia: ”Siamo quasi degli esodati: non riceviamo da maggio 2011 ne’ salari, ne’ ammortizzatori sociali. Abbiamo chiesto anche la solidarieta’ dei Verdi, di cui il giornale e’ formalmente organo, ma abbiamo ricevuto solo ambigue rassicurazioni”. Mentre Butturini conferma che l’intenzione del sindacato e’ quello di continuare a trattare con Undicidue per il raggiungimento di un accordo che preveda la cassa integrazione per i lavoratori dell’azienda, del caso ”Terra” si potrebbero presto occupare sia l’Inpgi, sia l’Ispettorato del lavoro. ”Sono state emesse da Undicidue buste paga che ci riguardano fino a dicembre 2011. Peccato che non siano coperte ne’ nella parte salariale, ne’ in quelle relative a previdenza e tasse”, denuncia infine il Cdr. Solidarieta’ ai lavoratori della testata anche da parte di Giancarlo Ghirra, segretario nazionale dell’Ordine dei giornalisti.