Editoria

27 aprile 2012 | 9:41

Expo: Governo non nomina rappresentante, salta rinnovo Cda (MF)

MILANO (MF-DJ)–Passo falso del governo su Expo 2015. Ieri all’ordine del giorno dell’assemblea dei soci (ministero dell’Economia con il 40%, Regione Lombardia e Comune di Milano al 20%, Provincia e Camera di commercio al 10%), oltre all’approvazione del bilancio 2011, la societa’ di gestione dell’Esposizione Universale aveva anche il rinnovo del board. Gli enti locali e la Camera di commercio hanno confermato l’a.d. Giuseppe Sala, il presidente Diana Bracco, i consiglieri Fabio Marazzi e Carlo Secchi. Ma dall’esecutivo non e’ arrivata nessuna indicazione per il sostituto di Leonardo Carioni, nominato dal precedente governo in quota Lega. Sala si e’ visto cosi’ costretto a tenere aperta l’assemblea fino al 7 maggio, data fino alla quale il Mef ha chiesto tempo. Che per il premier Mario Monti e il viceministro Vittorio Grilli (la controparte di Expo 2015 per il governo) siano settimane dense di impegni non e’ un mistero, scrive MF. Ma la richiesta di altro tempo ha mandato su tutte le furie Comune e Regione, tanto che Paolo Alli, rappresentante di Palazzo Lombardia, si e’ chiesto “se al governo pensano che siamo qui a giocare, senza rendersi conto che non possiamo perdere un giorno”. Ancor piu’ duro il commento di Gianni Confalonieri, rappresentante del Comune, che ha parlato di un avvenimento che “non sta ne’ in cielo ne’ in terra”. Piu’ cauto Sala, che preferisce attendere pur di avere “una nomina di qualita’”. Per il manager la scadenza del 7 maggio resta comunque un limite invalicabile, fino al quale potra’ proseguire l’attivita’ ordinaria. In effetti i temi sul tavolo di Expo sono molti e richiedono una presenza di peso. Il primo interrogativo riguarda il nuovo socio che raccogliera’ l’eredita’ della Provincia, che ha annunciato la scelta di scendere dal 10 al 2% di partecipazione. Per Expo significa perdere 60 milioni da qui al 2015. Il presidente della Provincia Guido Podesta’ ha fatto il nome della Cdp come possibile soggetto interessato a subentrare, ma i dubbi a tal proposito riguardano il fatto che l’investimento in Expo non garantirebbe alcun rendimento. à” quindi praticamente escluso che un veicolo come la Cdp (o in alternativa il Fondo Strategico) possa scegliere di partecipare alla societa’.