M.O./ Si è dimesso ministro Telecomunicazioni (Anp)

Di recente Procura ha chiuso siti online di info politiche

Ramallah, 27 apr. (TMNews) – Il ministro delle telecomunicazioni dell’Autorità  palestinese (Anp), Mashur Abu Daqqa, si è dimesso “per ragioni personali”. Lo ha riferito all’Afp il diretto interessato. “Ho presentato le mie dimissioni due settimane fa e il Primo ministro Salam Fayyad le ha accettate ieri”, ha dichiarato all’organo di stampa, Abu Daqqa, adducendo “ragioni personali”. Ma alla decisione del ministro potrebbero non essere estranei i recenti ordini del Procuratore generale di bloccare diversi siti internet d’informazione sulla politica interna palestinese, critici del presidente Abu Mazen, e che hanno fatto reagire le organizzazioni per la difesa della libertà  di espressione e degli Stati Uniti.

Interpellata sul blocco di questi siti, la portavoce del dipartimento di Stato Usa, Victoria Nuland, due giorni fa si è detta “preoccupata per il ricorso alla tecnologia che riduce l’accesso all’informazione”. “Facciamo pervenire queste preoccupazioni all’Autorità  palestinese”, ha assicurato.
Un rimpasto del governo Fayyad è previsto a breve sulla base dell’accordo di un anno fa fra Fatah e Hamas per la formazione di un esecutivo di transizione che però è stato regolarmente rinviato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci