Editoria

02 maggio 2012 | 10:16

TABLOID GATE: “INADATTO AL RUOLO”, SCONTRO PARLAMENTO GB-MURDOCH

(AGI) – Londra, 2 mag. – E’ guerra aperta tra la Camera dei Comuni britannica e Ruperth Murdoch. Nel suo rapporto finale, la Commissione parlamentare che ha indagato sullo scandalo intercettazioni ha definito il magnate australiano come “inadatto a guidare una compagnia internazionale”, qual e’ News Corp, la societa’ da lui fondata nel 1979, accusandolo di “aver voltato la testa e mostrato un’ostinata cecita’ rispetto a cio’ che stava accadendo nelle sue aziende e nelle sue pubblicazioni”. Un duro colpo alla credibilita’ del magnate dell’editoria, che ha risposto a stretto giro. Il rapporto e’ “ingiustificato e fortemente fazioso”, ha affermato News Corporation in un comunicato; il riferimento e’ alla spaccatura creatasi in Commissione in sede di voto, con cinque laburisti e un socialdemocratico che hanno approvato la relazione, a fronte dei quattro conservatori che l’hanno bocciata. (AGI) Rmi/Sar (Segue)
(AGI) – Londra, 2 mag. – “Riconosco che per tutti noi, e per me in particolare, e’ difficile leggere molte delle conclusioni del rapporto. Ma la parte piu’ impegnativa e’ ormai stata fatta, e cioe’ guardare in modo onesto e approfondito ai nostri errori passati”, ha scritto Rupert Murdoch in una email inviata allo staff di tutti i quotidiani britannici. “Sono fiero di poter dire che abbiamo lavorato sodo per rimettere le cose ha posto”, ha sottolineato.
L’approvazione del rapporto finale ha visto un vero e proprio scontro in seno alla Commissione Media, Cultura e Sport della Camera dei Comuni. A guidare il fronte anti-Murdoch e’ stato il ‘mastino’ laburista Tom Watson, che si e’ definito deluso dal ‘no’ opposto dai tories. “Queste persone hanno corrotto il nostro Paese. Hanno portato vergona nella polizia e in Parlamento”, ha tuonato Watson riferendosi ai vertici di News International, il braccio britannico dell’impero editoriale di Murdoch. In realta’, alcuni passaggi del documento hanno trovato ben piu’ ampia maggioranza, come quello, approvato con nove ‘si” e un solo ‘no’, in cui i commoner si definiscono “semplicemente attoniti” del fatto che Rupert e James Murdoch abbiano impiegato due anni e mezzo prima di ammettere che la linea della loro compagnia – secondo cui le intercettazioni erano dovute ad una sola ‘mela marcia’ – “non era corrispodente alla verita’”.