CUBA: BLOGGERS FILO-GOVERNATIVI CHIEDONO PIU’ ACCESSO A WEB

RIFORMULARE DISPOSIZIONI PER FAVORIRE PRESENZA IN CYBERSPAZIO

(ANSA) – L’AVANA, 30 APR – I bloggers filo-governativi cubani chiedono all’esecutivo di Raul Castro di “riformulare” le disposizioni che “limitano” l’accesso ad Internet, per “favorire una maggiore presenza dei cubani nel cyberspazio”. In sostanza, dopo una discussione durata due giorni, una sessantina di bloggers chiedono, tra le varie cose, che si “riformulino le disposizioni in uso che limitano la connettività  e l’accesso al web”. E’ quanto si legge nella dichiarazione finale dell’Incontro dei bloggers cubani nella rivoluzione, pubblicata dalla stampa locale. A Cuba l’accesso a Internet è sociale, si può trovare negli Internet club, nelle università  e nei centri per i lavoratori, mentre gli accessi individuali sono ristretti. I bloggers, la maggior parte con meno di 30 anni, nella loro dichiarazione sottolineano anche di “identificarsi con una tradizione del pensiero rivoluzionario”. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti