RAI: LEI, BASTA MEGACOMPENSI PER LE STAR

‘NON TAGLIEREMO LE IDEE;DOBBIAMO RITORNARE AL SERVIZIO PUBBLICO’

(ANSA) – ROMA, 1 MAG – “Non si tagliano né idee, né qualità , bensì si ridurranno i costi delle star. Da noi i grandi artisti sono premiati da grandi ascolti, altrove da risultati di nicchia. La verità  è che non esiste oggi, vista la crisi e i consumi, un’equazione che più spendi e più ricavi”. Lo afferma, in un’intervista alla Stampa, il dg della Rai Lorenza Lei. “L’ottimizzazione della spesa servirà  a generare risorse per i canali tematici e il web: è lì che investiremo per armonizzare l’offerta complessiva”, spiega Lei. “La prospettiva è quella dei grandi operatori televisivi internazionali con investimenti mirati e la ricollocazione all’interno delle produzioni anche per valorizzare le professionalità  di un gruppo che ha circa 12mila dipendenti”. “Se della crisi consideriamo gli aspetti che colpiscono l’azienda, tra questi i ricavi pubblicitari, forse capiamo che é necessario ricollocare la Rai sulla rotta del servizio pubblico”, prosegue Lei. “La crisi che vive l’Europa, con tutte le sue angosce, la contrazione dei consumi riporterà  il pubblico davanti alla Tv e su tutte le piattaforme multimediali. In quel momento la Rai sarà  lì, pronta a rifondare un patto con il suo pubblico, agendo da mediatore culturale”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi