Editoria, Televisione

02 maggio 2012 | 10:56

RAI: BERLINGUER; AL TG3 PIU’ TAGLI CHE AL TG1, E’ INGIUSTO

‘L’AZIENDA RIVEDA LA SUA POSIZIONE, CI SIA EQUITA”

(ANSA) – ROMA, 1 MAG – “Sono convinta che se un’azienda come la Rai attraversa una forte crisi economica, ciascuno è chiamato a ridurre costi e a fare i dovuti sacrifici. Però i tagli devono essere equi, distribuiti con giustizia. Invece chi ha maggiori risorse ha un taglio inferiore e chi è più povero paga di più”. Bianca Berlinguer, direttore del Tg3, commenta così, in un’intervista al Corriere della Sera, la riduzione di 800mila euro al budget del suo telegiornale, rispetto ai -200mila euro del Tg1 e ai -400mila euro del Tg2. “Non sono assolutamente d’accordo con questa scelta e mi aspetto che l’azienda riveda le sue posizioni operando i dovuti tagli equamente”, afferma Berlinguer. “La prima spiegazione arrivata dall’azienda – racconta – mi sembra incredibile: l’anno scorso siamo riusciti a risparmiare 450mila euro e così siamo ritenuti in grado di sopportare ulteriori tagli. Mi sembra veramente ingiusto che chi sa risparmiare venga ‘premiato’ con altri tagli”. (ANSA).