Editoria

02 maggio 2012 | 11:02

EDITORIA: IACOPINO (ODG), PLURALITA’ VOCI GARANZIA DI LIBERTA’

(AGI) – Cosenza, 2 mag. – “Francamente, basta andare in edicola, in Italia, per rendersi conto di quante voci ci sono e la pluralita’ delle voci e’ garanzia di liberta’”. Lo ha detto stamattina Enzo Iacopino, presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti, invitato a tenere un incontro con gli studenti del Liceo Scientifico “G.B. Scorza” di Cosenza dal circolo della stampa “Maria Rosaria Sessa”, in occasione della ”Giornata mondiale della liberta’ di stampa”, che si celebra domani, 3 maggio. “Ho visto le statistiche diffuse proprio ieri da Freedom House, che ci mette al settantesimo posto e che ci fa precedere da Hong Kong, che come sapete negli ultimi anni e’ un Paese libero, per nulla controllato dalla Cina”, ha detto Iacopino. “Non so come vengono costruite queste classifiche. Ci sono dei problemi, ma il primo problema non e’ costituito dai conflitti d’interesse, perche’ non c’e’ solo quello deviante di Berlusconi: quasi tutti gli editori in questo Paese hanno interessi legittimi ma terzi rispetto all’informazione. Ed usano l’informazione per moltiplicare gli utili delle loro altre societa’, quasi tutti”, ha detto Iacopino. “Il primo problema della liberta’ di stampa in questo Paese e’ rappresentato da quegli editori che pagano due, tre o quattro euro ad articolo, o anche meno, perche’ un giornalista che e’ pagato con una mancetta non e’ un giornalista libero, mai”, ha concluso Iacopino.