Televisione, TLC

02 maggio 2012 | 11:02

TV: CALABRO’,RISORSE ANCORA IN MANO A MEDIASET-SKY-RAI

SHARE GENERALISTE IN CALO MA MERCATO RESTA TRIPARTITO

(ANSA) – ROMA, 2 MAG – Lo scenario tv sta mutando, calano gli ascolti delle reti generaliste, ma sul fronte delle risorse “permane fondamentalmente la tripartizione tra Rai, Mediaset e Sky Italia”, che “a partire dal 2009 ha soppiantato il duopolio”. E’ l’analisi del presidente Agcom Corrado Calabrò nella relazione di fine mandato. A fine 2010, si ricorda nella relazione, Mediaset rappresentava il 30,9% delle risorse complessive, Sky il 29,3%, Rai il 28,5%. Intanto però la situazione tv “é – sia pure lentamente – in trasformazione”, sottolinea Calabrò, ricordando che “le sei reti generaliste di Rai e Mediaset detengono oggi circa il 67% dello share medio giornaliero (era l’85% nel 2005, oltre il 73% un anno fa); La7 quasi il 4%; Sky oltre il 5%. Si è affacciata alla ribalta qualche significativa tv locale. I canali tematici in chiaro sono cresciuti in audience del 27% in un anno”. E sul fronte dl digitale terrestre “siamo a circa 80 programmi nazionale in chiaro”. Il panorama, dice ancora Calabrò, “é destinato a un’ulteriore evoluzione in virtù dell’utilizzazione del dividendo digitale che avverrà  con l’asta che sostituirà  il beauty contest, la quale ridefinirà  lo spettro in coerenza con la redistribuzione delle frequenze e la razionalizzazione del loro uso prefigurate nella Conferenza di Ginevra del febbraio scorso”. (ANSA).