Tv/ Agcom: Share Rai e Mediaset scende a 67%, Sky a 5%, La7 a 4%

Dal 2009 risorse tripartite tra Biscione, viale Mazzini e Sky
Roma, 2 mag. (TMNews) – La situazione della televisione italiana è, sia pure lentamente, in trasformazione. Le sei reti generaliste di Rai e Mediaset detengono oggi circa il 67% dello share medio giornaliero (era l`85% nel 2005, oltre il 73% un anno fa. In particolare le reti generaliste Rai il 38,3% dello share medio relativo al 2010 e quelle Mediaset il 35,2%), La7 quasi il 4%, Sky oltre il 5%. Questo il quadro tracciato dal presidente dell’Autorità  di garanzia nelle Comunicazioni, Corrado Calabrò, per il suo bilancio di fine mandato, durato dal 2005 al 2012.
“Per quanto riguarda le risorse – ha evidenziato Calabrò – comunque, permane fondamentalmente la tripartizione tra Rai, Mediaset e Sky Italia; tripartizione che a partire dal 2009 ha soppiantato il duopolio Rai-Mediaset”. Rai, Mediaset e Sky ormai “occupano posizioni comparabili in termini di ricavi complessivi”.
Quanto all’offerta televisiva, ha evidenziato il presidente uscente “siamo a circa 80 programmi nazionali in chiaro.
L`offerta tende a crescere all`insegna di tre caratteristiche: la convergenza, la personalizzazione, la flessibilità “. Inoltre per Calabrò “il panorama è destinato a un`ulteriore evoluzione in virtù dell`utilizzazione del dividendo digitale che avverrà  con l`asta che sostituirà  il beauty contest, la quale ridefinirà  lo spettro in coerenza con la redistribuzione delle frequenze e la razionalizzazione del loro uso prefigurate nella Conferenza di Ginevra del febbraio scorso”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi