Agcom: Pd, su nomine confronto trasparente in Parlamento

ROMA (MF-DJ)–“Condividiamo i criteri indicati dal Ministro Passera, secondo il quale occorre introdurre misure di trasparenza e meritocrazia per la nomina dei membri dell’Agcom, della costituenda Authority dei Trasporti e delle altre autorita’ in scadenza. Riteniamo, pero’, che la scelta dei prossimi membri di Authority cosi’ importanti per la regolazione e la vigilanza di settori delicati come i trasporti e le telecomunicazioni, non possa prescindere da un confronto pubblico e trasparente con il Parlamento”. Lo affermano in una nota congiunta il deputato e capogruppo del Pd in commissione Trasporti e Telecomunicazioni alla Camera, Michele Meta, insieme al deputato democratico Mario Lovelli. “Chiediamo quindi al Governo, e lo faremo formalmente con una risoluzione che depositeremo come Pd nelle prossime ore, di aprire un confronto con le Camere che preveda la presentazione dei curricula dei candidati alle Autorita’ di regolazione e controllo, specifiche audizioni per delineare la competenza e l’autonomia di ciascun candidato, al fine di effettuare una scelta propedeutica per la crescita dell’economia del Paese e per garantire la tutela dei diritti del consumatore”. “Chiederemo inoltre al Governo di favorire la scelta di personalita’ molto competenti in tutti i settori di intervento delle medesime Autorita’, e non soltanto in campo giuridico-amministrativo, garantendone l’effettiva indipendenza con rigorose incompatibilita’ sia in relazione alla politica ma anche alle grandi forze economiche del settore evitando, quindi, situazioni di conflitto di interesse”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci