Editoria

03 maggio 2012 | 10:56

GIORNALISTI: IDV, ANCHE LORO VITTIME DI MAFIA E TERRORISMO

(AGI) – Roma, 3 mag. – “Ricordo con commozione, rispetto e gratitudine tutti i giornalisti assassinati dalle mafie e dal terrorismo solo perche’ facevano il loro dovere. Il diritto dei cittadini ad essere informati e’ sacro cosi’ come il diritto del giornalista che deve poter raccontare la verita’ senza minacce o pressioni”. E’ quanto afferma in una nota il portavoce dell’Italia dei Valori, Leoluca Orlando, in occasione della quinta edizione della Giornata della Memoria, dedicata ai giornalisti uccisi da mafie e terrorismo, che quest’anno si celebra a Palermo.(AGI) Nic (Segue)
(AGI) – Roma, 3 mag. -”Sono grato a Mario Francese – prosegue Orlando – a Mauro De Mauro, Carlo Casalegno, Giancarlo Siani, Giuseppe Impastato, Giuseppe Fava, Cosimo Cristina, Mauro Rostagno, Giuseppe Alfano, Walter Tobagi, Giovanni Spampinato, Ilaria Alpi e Miran Hrovatin e a tutti gli altri coraggiosi cronisti che hanno perso la vita per raccontare la verita’ e per denunciare alla collettivita’ i criminali e il sistema mafioso”, aggiunge Orlando, “Sono vicino, inoltre, a tutti i giornalisti che vivono blindati, continuamente sotto scorta, perche’ hanno il coraggio di fare fino in fondo il loro mestiere, perche’ hanno la schiena dritta e perche’ non si piegano ai ricatti. Il Paese non deve dimenticare il loro sacrificio e le istituzioni devono stringersi intorno a coloro che, con la loro penna, aiutano le forze dell’ordine a catturare i delinquenti”. “Sono troppe le penne insanguinate rimaste a terra nel corso di questi anni e noi siamo fieri di ognuna di loro perche’, con il loro sacrificio, hanno scritto delle pagine di speranza, di democrazia e di lotta civile, incitando e ispirando i colleghi piu’ giovani a seguire la loro strada e il loro esempio”, conclude.