Informatica/ “batteri magnetici” per i computer del futuro

Componenti verranno fatti “crescere” sui chip

Roma, 7 mag. (TMNews) – Saranno i “batterio magnetici” a rendere possibili i computer biologici del futuro: è quanto risulta da uno studio delle Università  di Tokyo e Leeds.

Come spiega il sito della Bbc, lo studio ha utilizzato il “Magnetumspirillum magneticum”, un battere anaerobico che si nutre di ferro e che per questo motivo produce al suo interno dei cristalli di magnetite: lo scopo non è tanto di utilizzare direttamente i microrganismi, quanto di copiare il meccanismo di sintesi della magnetite ed applicarla direttamente sui chip.

In tal modo i componenti verrebbero fatti “crescere” e non più fabbricati e montati, facilitando in tal modo il passaggio verso una miniaturizzazione ancora più estrema: per i collegamenti elettrici, sono in fase di studio dei “nano-tubi” ottenuti da membrane cellulari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti