INTERNET: GOOGLE SCEGLIE UNISALERNO COME PARTNER SUI DIRITTI

(AGI) – Salerno, 9 mag. – Sara’ l’Universita’ degli Studi di Salerno con il laboratorio scientifico “In.Di.Co.” a rappresentare l’Italia nel convegno internazionale “Internet at Liberty”, che avra’ luogo a Washington dal 22 al 24 maggio. E’ stato Google a scegliere la struttura afferente al Dipartimento “Diritti della persona e comparazione” dell’Ateneo salernitano come partner istituzionale in vista del convegno ma anche di una futura Fondazione internazionale. (AGI) (AGI) – Salerno, 9 mag. – Alla conferenza prenderanno parte i professori Salvatore Sica, direttore del laboratorio, e Giovanni Maria Riccio. Il motore di ricerca, infatti, ha annunciato la costituzione di una Fondazione internazionale – di cui avra’ il patrocinio – con due professori universitari per ciascuno dei 15 paesi selezionati, concepita come un “pensatoio” su Internet, regole e tutela dei diritti fondamentali dei cittadini e degli utenti. In questa ottica, per l’Italia Google ha scelto l’Universita’ di Salerno, il Dipartimento diretto da Gabriella Autorino e il laboratorio In.Di.Co. (Informazione, Diritto, Comunicazione), che da anni studia il rapporto tra diritto e media, conferendogli contestualmente un incarico di ricerca sull’argomento. Il tema e’ particolarmente delicato, dovendosi incentrare sui rapporti tra la liberta’ connessa alla Rete e i rischi del suo utilizzo. “Si tratta di un invito del quale siamo molto orgogliosi ? ha affermato Salvatore Sica ?, che valorizza l’attivita’ di ricerca svolta dal laboratorio In.Di.Co. in questi anni ma e’ un implicito riconoscimento all’ateneo salernitano ed al Dipartimento cui afferisce”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti