Editoria

10 maggio 2012 | 12:36

SALONE LIBRO: PELUFFO, NON CREDO IN MONDO CON SOLO AMAZON

(ANSA) – TORINO, 10 MAG – “Dobbiamo far sì che continuino ad esistere gli editori italiani che sono un grande patrimonio. Io non credo in un mondo in cui c’é solo Amazon e i suoi meccanismi sui diritti editoriali”. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega alla Comunicazione, Paolo Peluffo, oggi all’inaugurazione del Salone del Libro di Torino. “Il digitale è un mondo nuovo che si aggiunge al mondo antico. Non dobbiamo avere paura, è uno scambio. Ma la lingua italiana quanti utenti ha? Settanta milioni e un’altra ventina in grado di raggiungere il prodotto italiano. L’inglese, lo spagnolo, hanno dei multipli”. “La primavera digitale – ha concluso – proseguirà . Questa diffusione dei prodotti elettronici è una realtà  ma nulla cambierà  se non si modificano i comportamenti dei singoli. Il Governo e gli enti da soli non possono farlo. Se ciascuno di noi in una giornata non ha letto mezz’ora, in un mese non ha preso in mano un libro o lo ha letto, magari ad alta voce, al figlio, non ha fatto il suo dovere. Il popolo italiano deve recuperare un gap, metà  della popolazione non legge, e questo deve essere un impegno per tutti”.(ANSA).