Editoria

10 maggio 2012 | 13:53

SALONE LIBRO: PELUFFO,DIGITALE E’ NUOVO CHE SI AFFIANCA AD ANTICO

(AGI) – Torino, 10 mag – “Il digitale non e’ uno strumento da usare bene o male, e’ un mondo nuovo che si aggiunge a un mondo antico e bisogna fare in modo che non lo distrugga ma che tutti e due crescano”. A sottolinearlo il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria Paolo Peluffo, intervenuto, oggi, alla giornata inaugurale del Salone Internazionale del Libro di Torino. (AGI) Chc (Segue)

(AGI) – Torino, 10 mag – Peluffo, che si e’ detto favorevole alla diffusione del digitale, riferendosi poi “ai dati negativi sull’andamento della vendita e del consumo di libri del I trimestre 2012, che purtroppo vengono dopo quelli negativi dell’ultimo trimestre 2011 “ha parlato “dei dati estremamente positivi nell’offerta di prodotti digitali in maniera legale. Noi dobbiamo pero’ fare di piu”- ha aggiunto- dobbiamo sempre aumentare l’offerta di piattaforme auspicabilmente da parte di editori italiani e avere un occhio ai prezzi, che devono essere sensibilmente piu” bassi per consentire una diffusione legale e ordinata del prodotto digitale”. “Io non credo a un mondo esclusivamente Amazon – ha proseguito – dove l’editoria non c’e’ piu’. Dobbiamo fare in modo che continuino ad esistere gli editori italiani. Non dobbiamo avere paura del digitale ma fare in modo che non si distrugga la creazione di valore e fare in modo continuino a esserci produttori in lingua italiana”.