TV: PAOLINI CONDANNATO, DOVRA’ RISARCIRE TRE CRONISTI TG5

(AGI) – Roma, 11 mag. – Nuova condanna per il disturbatore per eccellenza dei collegamenti tv Gabriele Paolini. Per interruzione di pubblico servizio e molestie a tre giornalisti del Tg5, costretti a sospendere un collegamento, Paolini e’ stato condannato a 6 mesi di reclusione e al pagamento, come risarcimento danni, di 30mila euro di cui la meta’ da versare subito alle tre parti offese. Il processo riguardava tre episodi avvenuti il 13 e il 15 dicembre 2008 e il 12 gennaio 2009, con Paolini che, alle spalle dei cronisti, mostrava “il segno delle corna” o gridava “frasi sconnesse”. “Non mi aspettavo questa condanna alla provvisionale immediatamente esecutiva”, ha commentato, a fine udienza, Paolini che ha annunciato di voler scendere in politica: “Ho fondato un partito che si chiama ‘Basta il coraggio’, una massima che si ispira a Gabriele D’Annunzio. Ma non ho alcuna intenzione di candidarmi, e’ solo un modo per poter dire la mia”. Tre settimane fa, Paolini era stato condannato da un’altra sezione del tribunale monocratico di Roma a 9 mesi di liberta’ controllata per un blitz compiuto il 20 aprile del 2010 ai danni di una giornalista del Tg3 collegata da piazza San Giovanni: in quell’occasione Paolini urlo’ al microfono – sosteneva l’accusa – “ingiurie e calunnie” nei confronti del Pontefice e di alcuni esponenti politici. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi