Editoria, TLC

14 maggio 2012 | 13:40

Bnl/ Sponsor Salone del Libro di Torino, presenta 2 seminari

Due iniziative di educazione finanziaria dedicati al pubblico

Roma, 14 mag. (TMNews) – Bnl Gruppo Bnp Paribas è, anche quest`anno, tra gli sponsor del Salone Internazionale del Libro di Torino. In questa edizione, la Banca ha partecipato alle iniziative del Salone con l`organizzazione di incontri del ciclo “EduCare”, seminari gratuiti di educazione ed informazione finanziaria, voluti da Bnl per “venire incontro a chi desidera essere più informato e consapevole sui temi del risparmio, degli investimenti, ma anche sulle nuove tecnologie e su quanto possa essere utile conoscere per confrontarsi con un mondo in continua trasformazione”. A comunicarlo è Bnl

Oggi, in linea con il tema del Salone “Vivere in rete”, il secondo appuntamento dal titolo “Inverno della recessione, primavera digitale”. Intervengono, per Bnl, Giovanni Ajassa, responsabile del Servizio Studi, e Antonio Di Leva della Direzione Comunicazione i quali, partendo dalla domanda: “In che direzione si muoverà  il mio futuro?”, presentano analisi e considerazioni sulle opportunità  di crescita economica derivanti dallo sviluppo del digitale e delle sue applicazioni.

“La primavera digitale, dei social network e dei blog, si confronta in Italia con l`inverno di una dura recessione economica a cui lo stesso settore italiano dell`IT e delle telecomunicazioni non sfugge – ha spiegato il responsabile del Servizio Studi di Bnl – con un calo del quattro per cento dei fatturati nel 2011. Eppure, il digitale rappresenta una leva importante per accrescere la visibilità  internazionale del made in Italy e agganciare la crescita del resto del mondo, di quella parte importante dell`Europa che non è in recessione e dei nuovi mercati extra-europei.”. Del resto “l`e-commerce – ha aggiunto Di Leva della Direzione comunicazione di Bnl – è il canale di vendita che offre ad oggi le maggiori potenzialità  in termini di crescita: nel 2011 l`e-commerce in Italia ha continuato a crescere raggiungendo complessivamente un valore di 18,970 miliardi di Euro, con un +32% sul 2010″.