Comunicazione

15 maggio 2012 | 16:11

Telecom I.: ok assemblea a bilancio con 89,6% di ‘si’

ROZZANO (MF-DJ)–L’assemblea dei soci di Telecom Italia ha approvato il bilancio d’esercizio 2011 con l’89,6% di ‘si’ e il 9,9% di astenuti. Contrario lo 0,5% degli aventi diritto al voto. Nella medesima votazione
L’assemblea ha in seguito negato l’assenso a promuovere un’azione di responsabilita’ nei confronti dell’attuale Cda (compreso Francesco Profumo, ora Ministro della Ricerca, ndr) per aver lasciato scadere i tempi di legge utili per promuovere un’azione di responsabilita’ nei confronti dell’ex Presidente Marco Tronchetti Provera. L’esito del voto ha visto contrario il 90,1% dei presenti, astenuto il 9,4% e favorevole solo lo 0,4%. Con le medesime percentuali e’ stata inoltre negato l’assenso a promuovere azioni legali sul cosiddetto dossier ‘sim false’ nei confronti dell’ex a.d. Riccardo Ruggiero, oltre che di Luca Luciani, Massimo Castelli e nei confronti dei sindaci Paolo Golia, Enrico Maria Bignami, Salvatore Spiniello, Ferdinando Superti Furga e Gianfranco Zanda.
Analogo risultato anche per la terza votazione, che chiedeva di avviare un’azione di responsabilita’ contro gli ex vertici, oltre che di votare la comunicazione ufficiale da parte di Telecom Italia dell’interruzione dei termini per la prescrizione verso Marco Tronchetti Provera, Carlo Buora e Riccardo Ruggiero, oltre che dei sindaci Ferdinando Superti Furga, Paolo Golia, Enrico Maria Bignami, Salvatore Spiniello, Gianfranco Zanda, Rosalba Casiraghi e la societa’ di Revisione Ernst Young. Le azioni erano state proposte dall’Asati, l’associazione che riunisce i piccoli azionisti di Telecom Italia, in riferimento ad atti illeciti riferiti al periodo 1977-2009.