Rai/ Gianni (Pt): O fa salto di qualità  o non è servizio pubblico

Perché Lei non interviene su storia raccontata da Repubblica?
Roma, 16 mag. (TMNews) – “Sarebbe interessante andare ad intervistare quel comitato di donne nato per sostenere Lorenza Lei come dg in quanto donna: che ne pensano della storia mirabilmente sollevata oggi dalla Repubblica? Come mai Lorenza Lei non ha preso carta e penna e si è assunta l’onere di intervenire?”. E’ quanto osserva in una nota Giuseppe Gianni, deputato di Popolo e Territorio ed esponente del Pid.
“Eppure – prosegue – dovrebbe saperlo che per legge, la lavoratrice in gravidanza ha, due mesi prima e tre mesi dopo il parto, un sostegno riconosciuto da una norma costituzionale. Ma forse, anziché occuparsi di cose concrete, preferisce fare i comunicati auto-incensatori per dire che la Rai è risanata e che tutto va bene. Ma non si è accorta ad esempio che persino la redazione del Tg2 è in agitazione per tagli insostenibili che vanno ad incidere e penalizzare il ruolo di servizio pubblico dell’azienda. La Rai: o è servizio pubblico e fa il salto di qualità  e dunque incomincia a riformarsi puntando davvero su competenza e qualità  e cambiando l’attuale vertice, o non è. E se non è, allora tutto è possibile”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi