Editoria, New media

18 maggio 2012 | 14:29

WIKIPEDIA REINVENTA BAEDEKER, PRIMA GUIDA CITTA’ GALLES

ENCICLOPEDIA LIBERA CREA PRIMA WIKIGUIDA CON AIUTO CITTADINI

(di Alessandra Baldini) (ANSA) – LONDRA, 18 MAG – Nel 1066 fu menzionata nel Doomsday Book, il primo censimento catastale dell’antica Inghilterra. Nel 1386 diede i natali a Re Enrico V di shakespeariana memoria. E da domani Monmouth, una cittadina del Galles del sud, tornerà  di nuovo sul palcoscenico della storia: la prima città  al mondo ‘raccontata’ da Wikipedia. L’enciclopedia libera fondata un decennio fa dall’americano Jimmy Wales ha reinventato il Baedeker, la storica collezione di guide rosse che a metà  Ottocento accompagnavano i viaggiatori nel Grand Tour d’Europa. Sei mesi fa Wikimedia, la fondazione senza scopi di lucro legata a Wikipedia, aveva lanciato un appello agli abitanti di Monmouth perché raccogliessero ogni possibile informazione sulla vita del centro urbano. Oggetti di interesse storico o artistico o anche folkloristico, pub, bar e ristoranti, scuole, negozi, personaggi notevoli, flora e fauna sono stati così minuziosamente documentati col risultato di mille placche affisse in città , ciascuna contenente un QRpedia code, un codice speciale, che permette ai possessori di smartphone in visita nella cittadina di accedere ad articoli di Wikipedia in una trentina di lingue diverse.   “La novità  – ha spiegato Roger Bamkin, il responsabile di Wikimedia che ha creato il progetto – è che se un francese, un tedesco, un cinese o un italiano si troverà  a passare per Monmouth potrà  scoprire tutto quel che c’é da sapere su monumenti – ad esempio lo storico ponte del 13esimo secolo, unico del suo genere in Gran Bretagna – e curiosità  del luogo istantaneamente e nella propria lingua”. Non solo, i visitatori potranno interagire con le informazioni “dando il loro contributo all’elaborazione delle singole voci” . Per consentire l’uso da parte del pubblico, e in particolare a chi viene dall’estero e non vuole spendere una fortuna in costi di roaming, l’intera città  è stata coperta da una rete wifi. Il progetto è stato battezzato Monmouthpedia ed è una joint venture all’insegna dell’orgoglio civico tra Wikimedia UK e il comune di Monmouth. “Se Wikipedia ha mostrato la forza della condivisione della conoscenza, Monmouthpedia dimostrerà  cosa può fare a questo stesso scopo una città ”, ha commentato John Cummings che ha coordinato l’aspetto locale del progetto. Per parte sua Jimmy Wales esulta: l’esempio del Galles può far storia e dopo Monmouth altre, ben più ambiziose guide online, potranno essere realizzate per piccoli villaggi e grandi mete turistiche. Senza più limiti all’immaginazione: anche Londra, Parigi, Tokyo, New York. (ANSA).