Televisione

21 maggio 2012 | 12:14

Mediaset/ Difesa Berlusconi chiede prescrizione per frode in 2001

Istanza anche su verbali, nuovi testi e perizia su consulenze
Milano, 21 mag. (TMNews) – Prescrivere il reato di frode fiscale relativo all’anno 2001: è quanto hanno chiesto questa mattina gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo, legali di Silvio Berlusconi imputato con altre 11 persone al processo in corso alla prima sezione del Tribunale di Milano sulle presunte irregolarità  nella compravendita di diritti tv da parte del gruppo Mediaset. Berlusconi è imputato per frode fiscale con riferimento alle dichiarazioni dei redditi 2001, 2002 e 2003.
Alla corte presieduta da Edoardo D’Avossa, i difensori dell’ex premier hanno chiesto anche l’acquisizione di alcuni verbali di tre testimoni già  ascoltati in passato (due dei quali deceduti nel frattempo), la convocazione di altri testi e di disporre una perizia per dirimere presunte incongruenze che sarebbero emerse nelle consulenze di parte.
Contro le istanze presentate dai difensori, eccetto quella sull’acquisizione dei verbali, si è pronunciato il Pm Fabio De Pasquale che ha spiegato che “al momento non ci sono le condizioni per dichiarare la prescrizione” e ha bollato come una “una totale perdita di tempo” la richiesta di audizione di nuovi testi. I giudici si sono quindi ritirati in camera di consiglio per decidere se accogliere le istanze o dichiarare chiusa l’istruttoria dibattimentale, dando così il via libera , il prossimo 4 giugno, alla requisitoria del Pm. La decisione è prevista per le 16 di oggi.