Cinema

22 maggio 2012 | 11:19

Uci Cinemas: completata digitalizzazione sale italiane

MILANO (MF-DJ)–Uci Cinemas, presente sul territorio italiano con 40 multisale, per un totale di 428 schermi, ha completato il processo di digitalizzazione di tutte le proprie strutture per aumentare la qualita’ delle proiezioni, diversificare i contenuti e aver maggiore flessibilita’ nella programmazione.
L’amministratore delegato Andrea Stratta ha spiegato in una nota che “il passaggio al digitale e’ una tappa importante per dare impulso alla raccolta pubblicitaria cinematografica italiana”. Tramite la concessionaria International Cinemamedia UCI e le subconcessionarie MP Media Adv e Sipra, Uci Cinemas offrira’ infatti ai propri sponsor opportunita’ di visibilita’ maggiori e altamente personalizzate. “Il passaggio al digitale rappresenta una tappa importante in grado di dare impulso anche alla raccolta pubblicitaria cinematografica italiana che risente delle difficili condizioni di mercato”, aggiunge Stratta. “Grazie alle velocita’ con cui Uci Cinemas ha concluso il processo di digitalizzazione, il circuito puo’ proporsi oggi sul mercato pubblicitario come il mezzo piu’ all’avanguardia nell’ambito del canale cinema”.
Appartenente al Gruppo Odeon & Uci Cinemas, il piu’ importante circuito cinematografico europeo che fa capo alla societa’ di private equity londinese Terra Firma Capital Partners, Uci Cinemas risulta cosi’ la prima in Italia ad avere adottato in tutte le proprie multisale il sistema di proiezione in cui i film, immagazzinati in un server, sono inviati a un proiettore digitale, eliminando completamente il sistema di proiezione analogico basato sull’utilizzo della tradizionale pellicola 35mm.
L’investimento complessivo per la finalizzazione del piano e’ stato pari a circa 25 milioni di euro e ha interessato anche le multisale dei Circuiti che, tramite acquisizioni, sono entrate a far parte del mondo Uci Cinemas lo scorso anno: multisale ex Pathe’ e Vis Pathe’, UGC e Giometti Cinema. “Siamo veramente orgogliosi di aver conseguito questo risultato. Considerata la lentezza che sta caratterizzando il processo di digitalizzazione delle sale cinematografiche italiane. Il Gruppo Odeon & Uci e’ stato tra i primi in Europa a puntare sul digitale e, mentre in Italia solo circa un terzo delle sale e’ riuscito ad attrezzarsi per le proiezioni digitali, Uci Cinemas e’ riuscito nel giro di due anni a passare da 100 a 428 schermi digitalizzati, completando questo importante passaggio con largo anticipo rispetto alla fase in cui la maggior parte dei distributori inizieranno a non fornire piu’ le copie dei film in pellicola, se non dietro pagamento della copia”, ha concluso l’a.d..