Cinema/ Palma d’Oro, Haneke favorito nelle quote dei bookies

`Amour’ convince bookmaker. Garrone e `Reality’ calano a 21.00

Roma, 22 mag. (TMNews) – `Amour’ di Michael Haneke resta in testa ai pronostici dei bookmaker per la Palma d’Oro 2012 a pochi giorni dalla premiazione, domenica 27 maggio. Entra nel vivo la 65esima edizione del Festival di Cannes, con l’ultima settimana di presentazione degli oltre milletrecento produzioni e coproduzioni presentati quest’anno sulla Croisette e sottoposti al giudizio della giuria presieduta da Nanni Moretti.

Nei pronostici dei bookmaker il film di Haneke (già  Palma d’Oro con `Il nastro bianco’) è favorito a quota 2.00 davanti all’atteso ritorno di Abbas Kiarostami con `Like Someone In Love’, a 6.00, e al `De rouille et d’os’ di Jacques Audiard (a 7.00). Convince i quotisti `Beyond the Hills’ del regista romeno Cristian Mungiu, offerto vincente a 11.00, pari quota con `Post Tenebras Lux’ di Carlos Reygadas. Ben accolto anche `The Hunt’ di Thomas Vinterberg (13.00), mentre scivola a 15.00 il ritorno del maestro Alain Resnais con `Vous n’avez encore rien’ 15.00 (era tra i favoriti a 5.50), così come `Cosmopolis’ del mostro sacro del cinema Cronenberg, sceso a 17.00 (era a 8.00) davanti a `The Angels Share’ di Ken Loach (a 19.00). Sale invece a 21.00 il candidato italiano alla Palma d’Oro, Matteo Garrone, che tenterà  l’impresa con il film `Reality’, storia di un pescivendolo napoletano ossessionato dal desiderio di partecipare al Grande Fratello. (Fonte: Agicos)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo