RAI: IPOTESI VIANELLO PER PROGRAMMA IL GIOVEDI’ SU RAIDUE

(AGI) – Roma, 23 mag. – Potrebbe essere Andrea Vianello il conduttore del programma di approfondimento della prima serata del giovedi’ su Raidue nel palinsesto autunnale. Lo apprende l’AGI. Vianello andrebbe quindi a colmare il ‘buco’ che sulla rete si e’ creato in quella fascia oraria dopo l’uscita di Michele Santoro. A quanto si sa, a Raitre e’ stato gia’ comunicato questo progetto, il che comporta per la rete diretta da Antonio Di Bella il problema relativo alla conduzione di Agora’, programma di approfondimento mattutino affidato finora a Vianello. (AGI) Vic/Dib (Segue)
La terza rete intende confermare nel prossimo palinsesto l’appuntamento con Agora’, premiato dagli ascolti, ma si tratta adesso di trovare una valida alternativa nella conduzione. Quanto all’ipotesi di una presenza di Giovanni Minoli con un suo programma di approfondimento su Raidue, apparirebbe piu’ verosimile l’affidamento di una ‘striscia’ in seconda serata in due o tre appuntamenti settimanali, anziche’ l’iniziale idea di affidargli innanzitutto la prima serata del giovedi’. Sempre da indiscrezioni non e’ da escludere pero’ che questa ipotesi di Vianello per la prima serata del giovedi’ oggi possa essere accantonata. Il Cda di Viale Mazzini e’ chiamato in giornata ad approfondire il piano palinsesti autunnali illustrato dal vice direttore generale Antonio Marano, una settimana fa, e potrebbe anche esserci gia’ oggi il voto finale. La presentazione ufficiale dei palinsesti autunnali agli investitori pubblicitari e’ prevista per il 18 giugno a Milano e il 20 a Roma. (AGI) Vic/Dib

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi