Editoria

23 maggio 2012 | 13:25

Cultura: Premio Campiello, venerdi’ a Padova la selezione

(ASCA) – Padova, 23 mag – Entra nel vivo la 50^ edizione del Premio Campiello – Confindustria Veneto con il primo importante appuntamento la Selezione della Cinquina finalista, che si terra’ a Padova venerdi’ 25 maggio, nell’Aula Magna Galileo Galilei dell’Universita’ degli Studi. Nel corso di questo incontro aperto al pubblico, che avra’ inizio alle ore 10.30, la Giuria dei Letterati, presieduta quest’anno da Massimo Cacciari, e composta dal linguista Gianluigi Beccaria, dallo scrittore Riccardo Calimani, dallo storico dell’arte Philippe Daverio, dalla docente di filologia e letteratura italiana Paola Italia, dalla Presidente dell’Accademia della Crusca Nicoletta Maraschio, dal linguista e giornalista Salvatore Silvano Nigro, dal critico letterario Ermanno Paccagnini, dal linguista Silvio Ramat, dalla presidente della omonima fondazione d’arte Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e dalla saggista ed esperta di comunicazione Annamaria Testa scegliera’ con voto palese i cinque romanzi che concorreranno all’assegnazione finale del Premio Campiello. Il vincitore assoluto verra’ proclamato a Venezia, sabato 1 settembre, sul palco del Gran Teatro La Fenice. Come prevede la formula del Premio, il romanzo vincitore tra i cinque finalisti sara’ decretato dalla Giuria dei Trecento Lettori. I Giurati vengono selezionati su tutto il territorio nazionale in base alle categorie sociali e professionali, cambiano ogni anno e i loro nomi rimangono segreti fino alla serata finale. Nel corso della Cerimonia di Selezione, la Giuria dei Letterati rendera’ noto anche il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, riconoscimento che viene attribuito dal 2004 ad un autore al suo esordio letterario, assegnato per la prima volta a Valeria Parrella con Mosca piu’ balena (Minimum fax), nel 2005 ad Alessandro Piperno per il romanzo Con le peggiori intenzioni (Mondadori), nel 2006 a Marco Missiroli con Senza Coda (Fanucci Editore), nel 2007 a Paolo Colagrande per il romanzo Fi’deg (Alet editore) nel 2008 a Paolo Giordano con la Solitudine dei numeri primi (Mondadori), nel 2009 a Cesarina Vighy per L’ultima estate (Fazi editore), nel 2012 a Silvia Avallone per il romanzo Acciaio (Rizzoli) e lo scorso anno a Viola Di Grado con Settanta acrilico trenta lana (Edizioni e/o). Saranno presenti a Padova, oltre ad autorita’ ed istituzioni, gli imprenditori Veneti, promotori del Premio, rappresentati dal Presidente Andrea Tomat e da Massimo Pavin, Presidente di Confindustria Padova, il Comitato di Gestione, presieduto da Piero Luxardo. Il Premio Campiello, istituito nel 1962 dagli Industriali del Veneto e’ la piu’ importante iniziativa in campo culturale promossa da Confindustria Veneto. E’ uno dei pochi casi di successo in Italia di connessione concreta e strategica tra mondo dell’impresa e della cultura, dedicata alla promozione della narrativa nella nostra societa’. La realizzazione di questa edizione del Premio, e’ sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali, riceve il patrocinio e il sostegno della Regione del Veneto ed e’ resa possibile grazie al concorso di: Banca Popolare di Vicenza, Eni, Assicurazioni Generali, Manpower Group, Casino’ di Venezia, Enel, Vicenzaoro e Koine’ Gruppo HCI; e al contributo tecnico di Ferro Murano, Fontana Couture, Grafiche Antiga, Gruppo Euromobil, Print Materia, Rossi Moda, Telecom Italia e Azienda Vinicola Luigi Gregoletto – Ombra.