TLC

24 maggio 2012 | 9:01

Poste I.: accordo con Basilicata per servizi digitali e pmi

ROMA (MF-DJ)–Poste Italiane e Regione Basilicata hanno siglato un accordo-quadro per la realizzazione e la gestione di una ampia gamma di servizi digitali per il cittadino e le Pmi ad alto contenuto di innovazione. Lo si legge in una nota. L’intesa, siglata oggi tra l’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, e dal Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, fa riferimento al modello di semplificazione delle procedure e di dialogo tra cittadino e pubblica amministrazione introdotto dal programma “Reti Amiche”, del Ministero per l’Innovazione e la Pubblica amministrazione. Di particolare rilievo e’ la previsione relativa ad un programma di collaborazioni mirate tra Poste Italiane, Regione e Pmi su progetti di innovazione e di sviluppo del tessuto imprenditoriale lucano. Il protocollo individua aree di interesse nella ideazione e fornitura di servizi amministrativi, di sanita’ e fiscalita’ locale, come il ritiro di certificati anagrafici, la prenotazione per prestazioni sanitarie e pagamento dei ticket direttamente dai 5700 uffici postali nazionali dotati di “Sportello Amico”. o, infine, il pagamento di tributi comunali o regionali dagli uffici postali. Un insieme di servizi da mettere a disposizione dei comuni o delle Asl che ne facessero richiesta. Il protocollo attribuisce inoltre a Poste Italiane il ruolo di partner tecnologico della Regione per dare impulso al processo di dematerializzazione della corrispondenza e per il servizio di firma digitale. “L’intesa con la Regione Basilicata – spiega l’Amministratore Delegato, Massimo Sarmi Sarmi – coniuga l’applicazione di tecnologie digitali con la visione di un modello anch’esso innovativo di gestione amministrativa sia per il welfare, sia per progetti a favore delle Pmi”. Per quanto riguarda l’area socio-sanitaria, oltre alla creazione di uno Sportello Salute per la prenotazione di prestazioni sanitarie, incasso ticket e ritiro referti, Poste Italiane e Regione Basilicata hanno posto le basi per l’avvio del servizio PosteCheckup@, per la domiciliazione e la digitalizzazione dei referti, l’introduzione del Libretto sanitario elettronico e altri servizi a valore aggiunto collegati alla carta regionale dei servizi. com/dom