Editoria

24 maggio 2012 | 9:33

Rcs/Cda venerdì scioglie ‘rebus’ Ad, consensi su Jovine

Probabile anche una ricognizione sulla vendita di Flammarion

Milano, 23 mag. (TMNews) – Si terrà  venerdì prossimo nel tardo pomeriggio il Cda di Rcs MediaGroup chiamato a sciogliere, dopo circa un mese e mezzo, il ‘rebus’ del nuovo amministratore delegato che succederà  ad Antonello Perricone, che ha già  lasciato l’azienda.
Il board non è ancora stato ufficialmente convocato ma lo schema, salvo sorprese dell’ultima ora, prevede le dimissioni dal Consiglio di Graziano Molinari, il segretario del patto Rcs entrato in Cda nell’attesa che venisse scelto il nuovo manager, e la cooptazione e la nomina del nuovo amministratore delegato, che a questo punto potrebbe essere Pietro Scott Jovane. Sul quarantunenne amministratore delegato di Microsoft Italia, nato negli Stati Uniti, starebbero convergendo i consensi dei soci del patto, inizialmente forse non così unanimi. “Se c’è una convergenza, io sono contento”, ha detto oggi il presidente di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli commentando le indiscrezioni sul manager con un passato in Techint, Versace, Seat (quando era ancora nel pianeta Telecom).
Il Consiglio di Rcs di dopodomani potrebbe poi fare una ricognizione sulla vendita della casa editrice francese Flammarion. Secondo quanto riferito da ‘Les Echos’, sul tavolo sarebbe rimasta solo l’offerta di Gallimard: se non venisse ritenuta sufficiente, si potrebbe abbandonare l’idea della cessione.