Editoria

24 maggio 2012 | 14:11

GIORNALISTI: CASAGIT, 7,5 MLN RISULTATO POSITIVO GESTIONE 2011

(AGI) – Cagliari, 24 mag. – La 64ma Assemblea nazionale dei delegati della Casagit, riunita a Domus De Maria (Cagliari) ha approvato, a larghissima maggioranza (47 favorevoli e 4 astenuti), il bilancio consuntivo 2011 che registra un risultato di gestione positivo per 7,5 milioni di euro. Un risultato straordinario ottenuto nonostante la crisi che investe il settore dell’informazione e che consolida il patrimonio della Cassa. Nel corso del 2011 sono state erogate prestazioni per un valore di 68,2 milioni, 1 milione in piu’ di quanto rimborsato ai giornalisti italiani nel 2010.
Tra le maggiori voci di “spesa”, i ricoveri hanno assorbito 21,5 milioni, le prestazioni specialistiche (visite, farmaci, accertamenti diagnostici e chirurgia ambulatoriale) 20 milioni, l’odontoiatria 14,1 milioni. I contributi versati dai soci titolari e dai loro familiari sono stati pari a 84,4 milioni. La popolazione assistita da Casagit, al 31 dicembre del 2011, era di 52.375 persone (27.799 titolari e 24.576 familiari) con una contrazione di 381 unita’ rispetto al 2010 e un significativo incremento della percentuale di pensionati. Nel corso dell’assemblea sono stati presentati ufficialmente i nuovi profili di assistenza sanitaria che saranno operativi a partire dal mese di settembre e che si rivolgono a tutti i giornalisti iscritti all’Ordine, ma non ancora alla Casagit. In particolare i tre nuovi profili vogliono rispondere alle esigenze di freelance e collaboratori. “Dopo tre anni di impegno – ha commentato il presidente Daniele Cerrato – la Casagit puo’ guardare con adeguate garanzie al proprio futuro”. Cerrato ha aggiunto che “attraverso l’ampliamento dell’offerta di assistenza sanitaria puo’ rispondere in modo sempre piu’ adeguato alle esigenze dei colleghi giornalisti, ma anche proporsi a una platea piu’ ampia come fornitore di servizi”. Gia’ prima dell’estate, per tutti gli iscritti, partira’ un nuovo servizio di assistenza in emergenza (progetto Ago) disponibile, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno. (AGI)