Protagonisti del mese, Scelte del mese

28 maggio 2012 | 9:51

Formula dieci più tre

Alla Rai si cominciano a vedere i risultati della ricca offerta dei dieci canali tematici – Rai 4, Rai 5, Premium, Movie, Gulp, YoYo, Sport 1, Sport 2, Rai News, Storia – articolata in uno stretto gioco di squadra con le tre reti generaliste. Ci lavora da anni Angelo Teodoli, direttore Palinsesto Tv, convinto sostenitore che gli specializzati servono a recuperare ascolti e a raggiungere target nuovi e più giovani.
Se si vuole ragionare seriamente sull’offerta televisiva della Rai non ci si può limitare ai ritriti commenti sull’andamento di Raiuno e delle sue sorelle generaliste, dove è difficile fare interventi di tipo riorganizzativo e sull’offerta perché sono prigioniere di logiche politiche e sindacali che non lasciano la possibilità  di interventi seri e drastici. Bisogna andare a scoprire dove, anche se in modo nascosto, per niente plateale, alla Rai c’è chi lavora per il futuro pensando a un’offerta articolata che fa leva sulla squadra di ben dieci canali tematici, Rai 4, Rai 5, Premium, Movie, Gulp, YoYo, Sport 1, Sport 2, Rai News, Storia, che sempre di più qualificano la presenza di Viale Mazzini rispetto alla concorrenza, in uno stretto gioco di squadra con i tre canali generalisti.
Non è stato sempre così. Le novità  fanno una gran fatica a essere accettate da un’azienda conservatrice come è la Rai, tanto più il business tematico free, che si configura naturalmente concorrente delle tre reti doc sulle quali da sempre si concentrano le maggiori attenzioni, i maggiori interessi e ambizioni di Viale Mazzini.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 428 – maggio 2012