Protagonisti del mese, Scelte del mese

28 maggio 2012 | 9:52

La nuova creatura

Non è un restyling, ma un giornale tutto nuovo che rompe con il suo recente passato e con il suo storico slogan: ‘I fatti separati dalle opinioni’ diventa ‘La tua opinione è un fatto’ per rimarcare che per Panorama è decisivo il rapporto con un lettore protagonista e da raggiungere su tutte le piattaforme.
C’è qualcosa di drammatico e di eroico in chi si mette a fare oggi un nuovo giornale sapendo di dover fare i conti con una concorrenza anomala, spinta dagli algoritmi di Google, dall’orda eccitata di internettiani e di editori alla Banzai, che abbiamo descritto come i nuovi barbari e che, invece, seguono modelli lucidi e spietati, pronti a ottimizzare ogni bit digitale. Uno sforzo che emerge chiaramente dal lavoro della grande squadra di giornalisti, internettiani e manager della Mondadori per costruire con uno scambio totale di know how e intuiti il nuovo progetto di Panorama, da cui tutti sanno dipendere una fetta importante del futuro della casa editrice di Segrate.
Il 31 maggio in edicola uscirà  davvero un nuovo giornale cambiato radicalmente e con una linea informativa che marca una cesura netta con la storia recente della testata. Spiega Nini Briglia, direttore editoriale del gruppo Mondadori, che è stato il propulsore del progetto: “Lo slogan ‘I fatti separati dalle opinioni’ su cui si è sviluppata tutta la linea informativa di Panorama dalla direzione di Lamberto Sechi nel 1967 non ha davvero più senso. Ora con ‘La tua opinione è un fatto’, il claim della campagna di comunicazione che accompagnerà  il lancio del nuovo giornale, si afferma che il rapporto con i lettori diventa decisivo. Le opinioni, quindi il taglio informativo, l’interpretazione e il giudizio sono un fatto e diventano un dato sostanziale di interpretazione della realtà  attraverso il giornale”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 428 – maggio 2012