Gb/ Scandalo intercettazioni: nuovo arresto a Londra

Si tratta di una 42enne accusata di riciclaggio

Londra, 28 mag. (TMNews) – La polizia britannica ha arrestato una donna con l’accusa di riciclaggio di denaro nell’ambito dello scandalo Murdoch sulle intercettazioni. Lo ha annunciato Scotland Yard. Nel mirino degli inquirenti questa volta è una donna di 42 anni, la cui identità  non è stata resa nota. Il suo arresto è l’ultimo di una lunga serie da quando la polizia ha riaperto le indagini nel gennaio 2011. “E’ stata arrestata dopo essere stata convocata in un commissariato del sud ovest di Londra intorno alle 11,00 con il sospetto di riciclaggio”, recita un comunicato di Scotland Yard.

La polizia ha precisato che l’arresto è stato effettuato dagli agenti della Operation Weeting che indaga sulle intercettazioni illegali telefoniche e via email. Più di 40 persone sono state arrestate nell’ambito dell’operazione e di un’altra inchiesta ad essa collegata, la Operation Elveden, che indaga sulle presunte mazzette versate a pubblici ufficiali da giornalisti di News Corp. Una donna di 37 anni di News International, la filiale britannica del gruppo News Corp, è stata arrestata e rilasciata su cauzione venerdì. Rebekah Brooks, ex amministratore delegato di News International e pupilla del proprietario fel gruppo Rupert Murdoch, il 15 maggio è stata incriminata insieme ad altre cinque persone, tra cui il marito.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari