MURDOCH: BLAIR AMMETTE CONTATTI CON PRODI PER MEDIASET

ALL’EPOCA DI INTERESSE TYCOON PER QUOTA GRUPPO

(ANSA) – LONDRA, 28 MAG – L’ex primo ministro Tony Blair ha ammesso oggi di essere “intervenuto” nel 1998 sull’allora premier italiano Romano Prodi per conto di Rupert Murdoch che voleva comprare un pezzo di Mediaset. All’epoca Downing Street smentì categoricamente che Blair avesse sollevato la questione con Prodi. Oggi invece l’ex leader laburista ha ammesso di aver chiesto all’allora presidente del Consiglio la sua opinione sull’affare che alla fine non andò in porto. In una dichiarazione scritta consegnata alla Commissione Leveson Blair ha spiegato che il contatto con Prodi gli era servito a capire se da parte italiana ci sarebbero state obiezioni all’affare e ha precisato di aver consultato il Cabinet Secretary (l’equivalente del segretario alla presidenza del Consiglio) sull’opportunità  di sollevare la questione”. Blair ha detto oggi alla Commissione che “non c’era nulla di male” nel chiedere alla sua controparte italiana la sua opinione e non ha nascosto la sua frustrazione per le polemiche che la telefonata creò all’epoca: “Un intervento perfettamente giustificato, e che durò due minuti, finì per occupare due settimane del nostro tempo”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi